L’Energy Demand Management negli Impianti di Refrigerazione: Strategie e Vantaggi del Servizio di S.C.A.R.

Il settore della refrigerazione riveste un ruolo cruciale in molte industrie, garantendo la conservazione e la sicurezza dei prodotti in genere, fino a certificarne l’intera catena del freddo qualora i Clienti lo desiderino o venga previsto da specifiche normative.

Tuttavia, il crescente focus sulla sostenibilità e l’efficienza energetica ha posto l’Energy Demand Management al centro delle strategie aziendali.

È all’interno di questo contesto che S.C.A.R., azienda specializzata in processi e impianti di refrigerazione e condizionamento, offre un servizio dedicato al controllo dei consumi energetici, al fine di offrire ai suoi Clienti dei benefici legati al risparmio economico dell’azienda.

Cos’è l’Energy Demand Management

L’Energy Demand Management è un approccio strategico finalizzato a gestire e ottimizzare il consumo energetico di un sistema. Nel caso specifico dei sistemi di refrigerazione, si concentra sulla regolazione e sull’ottimizzazione dell’energia richiesta per mantenere temperature e condizioni specifiche.

Si tratta, dunque, di un processo fondamentale che permette non solo un risparmio economico, ma anche una maggior tutela verso l’ambiente.

L’impegno di S.C.A.R. nell’efficientamento energetico

Dal momento che molto spesso i consumi energetici legati ai processi di condizionamento e refrigerazione costituiscono la fetta predominante dei consumi presenti in bolletta (vedasi, ad esempio, la figura qui sotto riportata, relativa alla % di incidenza dei consumi della climatizzazione e della refrigerazione nella GDO), S.C.A.R. ha esteso la gamma delle proprie prestazioni offrendo ai suoi Clienti un servizio di Energy Demand Management che permette di migliorare l’efficienza degli impianti e conseguentemente di ridurre i costi della bolletta.

consumi energetici
Fonte: rinaprime

Tale servizio, però, non limita la propria azione al solo ambito della climatizzazione e della refrigerazione (che costituiscono il core business di S.C.A.R.), bensì viene garantito nella sua interezza, ovvero ampliando l’acquisizione e l’analisi dei consumi energetici a tutti gli ambiti/settori aziendali.

Questo è possibile avviando il processo di mappatura dei consumi energetici dell’intero sito, al fine di individuare i vari usi energetici ed identificare quelli maggiormente impattanti dal punto di vista dei consumi; ovviamente all’interno dei vari usi energetici, quelli sui quali S.C.A.R. potrà garantire un contributo specificatamente significativo sono quelli relativi alle aree della refrigerazione e della climatizzazione, pur non limitando (come dicevamo prima) solo a tali ambiti la propria professionalità ed il proprio supporto.

Alla fine del suddetto processo potremo così evidenziare l’incidenza in % dei vari usi energetici rispetto all’intero fabbisogno energetico del sito.

Il servizio che S.C.A.R. offre deriva dalla volontà di assicurare ai propri Clienti non solo una garanzia sulla tenuta della catena del freddo, addirittura certificabile con il processo di Mapping&Monitoring, ma anche una gestione degli impianti finalizzata all’ottenimento del massimo risparmio possibile.

Il modus operandi per effettuare una precisa mappatura del sito prevede delle specifiche fasi di lavoro:

  • Mappare la bolletta del Cliente per rivelare i consumi totali e la percentuale di incidenza dei vari usi energetici di tutti i siti oggetto del progetto.
  • Identificare specifici KPI, cioè specifici indicatori, mediante i quali effettuare analisi di benchmark tra i vari siti oppure con siti “analoghi” presenti nella banca dati di S.C.A.R. al fine di valutare e confrontare le prestazioni delle varie aree aziendali e restituire indicazioni al Cliente per creare degli standard di efficienza aziendali.
  • Analizzare le aree funzionali meno performanti per attuare azioni mirate di efficientamento energetico.

Il processo di efficientamento energetico

Questo processo si sviluppa in S.C.A.R. partendo dalla redazione di uno specifico AUDIT avente lo scopo di fotografare lo stato dell’arte del sito ed individuare tutte le attività che possano contribuire a ridurre i consumi energetici.

Nasce così una scheda, personalizzata sulle specifiche esigenze del Cliente, di potenziali interventi che possono portare al miglioramento dell’efficienza energetica, taluni accompagnati da un Business Plan dedicato qualora siano previste attività di investimento per il miglioramento delle performance impiantistiche.

L’Ufficio Energy di S.C.A.R. si impegna costantemente nella ricerca, progettazione e realizzazione di soluzioni innovative per l’efficientamento energetico secondo standard di qualità sempre aggiornati.

L’uso di tecnologie all’avanguardia nella realizzazione di nuovi impianti e nella riqualificazione di quelli esistenti permette di garantire la minimizzazione dell’impatto ambientale e la migliore efficienza possibile.

Efficienza energetica
Fonte: edisonenergy

Un servizio quindi che, pur garantendo il rispetto della catena del freddo, permette l’ottimizzazione dei parametri impiantistici per ottenere risparmi energetici significativi.

In un’ottica di miglioramento continuo, al termine del processo il Cliente otterrà un duplice beneficio: la riduzione dei costi aziendali, da una parte, e l’incremento delle performance e dell’affidabilità degli impianti, dall’altra.

I benefici per il Cliente

L’Energy Demand Management applicato agli impianti di refrigerazione permette di:

  1. Ottimizzare i consumi energetici.
  2. Ridurre i costi operativi.
  3. Rispettare la sostenibilità ambientale.

L’ottimizzazione dell’energia contribuisce direttamente alla riduzione dei costi operativi. La pianificazione intelligente e l’adattamento dinamico consentono di evitare il sovra-utilizzo degli impianti, riducendo al contempo le bollette energetiche.

Riducendo il consumo energetico complessivo si può così contribuire in modo significativo alla riduzione delle emissioni di gas serra e all’impronta ecologica complessiva.

SCAR

Non solo, quindi, risparmi energetici, ma anche aumento della durata utile degli impianti: la gestione oculata dell’energia riduce lo stress sui componenti dell’impianto, migliorando l’affidabilità e riducendo i costi di manutenzione a medio-lungo termine.

In conclusione, l’adozione di avanzate strategie di Energy Demand Management nei sistemi di refrigerazione rappresenta un investimento strategico per le aziende del settore, offrendo non solo vantaggi economici immediati ma anche una posizione di leadership nell’ambito della sostenibilità ambientale.

S.C.A.R. il tuo alleato nel risparmio energetico

Nel contesto dell’industria della refrigerazione, l’implementazione di strategie avanzate di Energy Demand Management non solo risponde alle crescenti esigenze di sostenibilità, ma si traduce anche in vantaggi economici e operativi significativi.

Le aziende che adottano queste pratiche si posizionano non solo come leader nell’efficienza energetica, ma contribuiscono attivamente a un futuro più sostenibile.

Scopri come S.C.A.R. Refrigerazione può accompagnarti in questo percorso volto alla sostenibilità e al risparmio.